Nella quiescenza

Iniziare dal titolo non è mai stato il mio forte. Preferisco pensarci dopo, a conti fatti, a pagina scritta, per riassemblare le idee in un concentrato efficace. Li devo riassemblare davvero i miei pensieri quest'anno se ho intenzione di concludere qualcosa a Natale... Il bello è che io non ho mai avuto di questi problemi:... Continue Reading →

Libri in metro #44

Per mia fortuna, visti anche i disservizi causati dagli scioperi bianchi, d'estate non utilizzo spesso i mezzi pubblici. L'estate è finita da un pezzo però ed io non mi ero ancora rifatta viva su LM... Ho passato periodi in cui metro facevo tutto fuorché guardarmi intorno, adocchiare i lettori e scrivere di loro. Ad ogni... Continue Reading →

Libri in metro #22

E dopo una lunga pausa, segno che - fortunatamente, ragazzi! - il mio viaggiare sui mezzi pubblici è diminuito con l'arrivo dell'estate e la fine del semestre accademico, si torna a scrivere su Libri In Metro. La nostra lettrice di agosto è... Sulla metro B diretta a Laurentina salgono a Termini i soliti numerosi passeggeri.... Continue Reading →

I miei ricci non sopportano i capricci.

Questo tempo è imprevedibile. Questo tempo è incomprensibile. Le previsioni del tempo sono incomprensibili. I siti di meteo sono inaffidabili, contraddittori: uno prevede una cosa, uno ne prevede un'altra. Chi lo aveva detto che oggi pomeriggio, intorno alle 17, sarebbe scoppiata una tempesta con tanto di tornado che ha fatto volare oggetti non ben identificati... Continue Reading →

Libri in metro #21

In realtà la noto già dalle scale mobili, forse (anzi, sicuramente) per via del colore e delle dimensioni della sua borsa, così vivace ed estiva. Non immaginavo che la ragazza potesse essere la mia "lettrice-bersaglio"... GOMORRA [ROMA] Rovista nella grande borsa verde acqua, prende qualcosa, poi la lascia nuovamente cadere. È salita al capolinea della... Continue Reading →

Libri in metro #20

Un lettore che non sembra combaciare con il suo libro. O forse lui è suo agio con la lettura, ma non so quanto lo sia con il resto dei passeggeri della metropolitana. EMMA [ROMA] Curioso, insolito. Il mio sguardo ne è subito catturato. Un uomo sulla quarantina, forse anche un po' più giovane, viaggia sulla... Continue Reading →

Libri in metro #19

A guardare lei pare che la metropolitana, con i suoi sedili rigidi, il suo pavimento grigio e la sua aria soffocante, sia il mezzo di trasporto più comodo al mondo. La invidio un po', mentre cerco di trovare una posizione confortevole sul mio sedile... CASINO TOTALE [ROMA] Gambe rilassate, busto appoggiato morbidamente al sedile, come... Continue Reading →

Una rosa per amico.

In un momento di completa latitanza dal web, di cui risentono non solo il mio blog ma sopratutto i vostri, cari amici e colleghi, ho ricevuto un pensiero graditissimo da parte di Arthur. Si tratta de La Rosa della Amicizia, un premio così tenero che, insieme alla descrizione che Arthur ha fatto di me nella... Continue Reading →

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: