Principe Libero [Luca Facchini]

Ho anticipato qui che la settimana scorsa ho assistito alla prima di Principe Libero, film documentario su Fabrizio De Andrè, proiettata al multisala Barberini di Roma e in onda sulla rete Rai nel prossimo mese. Il mio rapporto con De Andrè inizia davvero da quando sono bambina, e da quando mia madre mi faceva ascoltare... Continue Reading →

Annunci

Diario di viaggio: un weekend a Torino

Che è comunque poco. Un solo fine settimana, intendo, di cui un giorno è inevitabilmente dedicato all’arrivo e uno alla partenza. Da tornarci sicuramente, visto che mancano all’appello alcuni siti che ci eravamo dette di visitare. Ma vi racconto come è andata, dai. Arriviamo nella tarda serata di venerdì e veniamo accolte dai primi accenni... Continue Reading →

Se nu te scierri mai delle radici ca tieni: riflessioni linguistiche in quel di Salento

Se nu te scierri mai delle radici ca tieni Rispetti puru quiddre delli paisi lontani Se nu te scierri mai de du ede ca ieni Dai chiu valore alla cultura ca tieni! L'uso transitivo dei verbi "salire" e "scendere" (in)/(ris)contrato di recente in terra salentina (che corrisponde alla provincia di Lecce e nient'altro - non... Continue Reading →

Moonlight [B. Jenkins]

Suddiviso in tre sezioni, che corrispondono alle tre fasi della vita, Moonlight racconta la storia e la crescita di Piccolo, il cui vero nome è Chiron, soprannominato Black da alcuni. Ma anche a Blue, come tutte le persone di colore appaiono alla luce della luna. Piccolo è il bambino, Chiron l'adolescente, mentre Black è l'uomo adulto, di... Continue Reading →

Libri in metro #55

Anno nuovo, lettori nuovi... Sui cari ed intramontabili mezzi pubblici romani. Perché anche se cambiano le tue abitudini ed il tuo posto di lavoro, loro non potranno mai mancare in gran parte della tua giornata. I segreti del linguaggio del corpo [ROMA] Decido di sedermi accanto a lei per vari motivi: due posti liberi, la... Continue Reading →

Diario di viaggio: Bologna, Ferrara e Comacchio

Primo giorno: Bologna  Il nostro breve viaggetto ci porta innanzitutto a Bologna, città che avevo vistato da piccola, ma che - come avviene quando si va in giro da ragazzini - avevo pressoché dimenticato. Raggiungiamo il centro città con il bus, puntuale e sorprendentemente riscaldato - neanche fossimo a Zurigo - che, attraversando Via San... Continue Reading →

Libri in Metro #46

Non sono costante, lo so, forse anche poco attenta, ma solo certi lettori davvero mi suggeriscono qualcosa, solleticano la mia curiosità e mi risvegliano dal torpore... LE PAURE SEGRETE DEI BAMBINI [ROMA] Ore 8:05. Al capolinea della metro B1, se si è fortunati, è possibile trovare un posticino libero, oasi di tranquillità in mezzo alla... Continue Reading →

Libri in metro #32

Ultimamente sto notando il numero spropositato di persone che in metro giocherella con lo smartphone. Cosa fanno? Giocano, chattano, passano il tempo su Facebook. Io ho un iPhone ma non hai mai giocato in vita mia, mi sembra una perdita incredibile di tempo. Eppure qualche applicazione di svago ce l'ho anche io... Sarà che mi... Continue Reading →

Impressioni parigine.

Allour... No, tranquilli, non ho imparato un'acca di francese nella settimana trascorsa a Parigi, però mi piace usare questo intercalare per iniziare. Dicevo... Il francese mi è risultato totalmente incomprensibile. Il che è assurdo perché a leggerlo me le cavo anche, pur non avendolo mai studiato. Cioè, più o meno qualcosa si capisce. Ma a... Continue Reading →

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: