Chiaroscuro.

Avere una passione è corroborante, entusiasmante, esaltante. Una passione è un po’ come una compagna di vita, non ti abbandona mai, sai di poter contare su di lei, è un porto sicuro nel quale approdare. Specialmente quando esplorare te stessa diventa pericoloso. Sopratutto nei momenti in cui, per carenza di energie vitali, su di te... Continue Reading →

Annunci

Contro natura.

 2 mesi ormai... Voglia di piangere. Ho solo tanta voglia di piangere. Fa bene farlo, se se ne avverte il bisogno. Le lacrime vanno assecondate, non represse. Devono essere lasciate scorrere, non soffocate dietro l'aspetto forzato di un sorriso malriuscito. Perchè c'è un tempo per la gioia ed uno per il dolore. Ci sono i... Continue Reading →

Sui bilanci, le analisi e le considerazioni. Buon 2018.

Credo che l’uomo sia pericolosamente incuriosito da ciò che è proibito, ciò che non c’è, ciò che non ha e non può avere. Una volta aver assaggiato il sapore della trasgressione, ne è ancora più irrimediabilmente attratto, trascinato dal desiderio di gustarla di nuovo, di sfidare i propri limiti, osare, spingersi oltre il confine dell’integrità.... Continue Reading →

Il senso.

Finchè non si vive non si può capire. Finchè non si vieni colpiti da una simile tragedia, la solidarietà è superficialità. Non si comprenderà davvero mai, fino in fondo, cosa si provi. Certe ferite rimarrano aperte per sempre. E se si supera tutto, se il dolore con il tempo si affievolisce, se la perdita verrà... Continue Reading →

Starway to Heaven – Imago, Hotel Hassler

L’esperienza in un ristorante stellato è assai difficile da descrivere a parole. Le foto aiutano in questo caso - pensate che fino a qualche anno fa nei ristoranti di un certo livello era vietato fotografare i piatti - e Instagram, il social network eletto strumento d’eccellenza per l’enogastronomia, lo dimostra ampiamente. Vi lascio pertanto una... Continue Reading →

Dove la porto signorina? Su una stella…

Quando, nella famosa scena del Titanic (famosa perchè l'ho vista 350 volte o perchè è universalmente nota al pubblico di spettatori?), Rose chiede a Jack di essere condotta su una stella, risulta chiaro che il suo riferimento è legato certamente ad un ristorante stellato. Utilizzando altre parole, la sua richiesta sarebbe stata formulata più o... Continue Reading →

Andare in tilt. 

Ultimamente non ho avuto molta voglia di scrivere. Eppure di stimoli ne ho ricevuti parecchi. Input, spunti, scintille che avrebbero potuto far scattare un'ispirazione ma che evidentemente non hanno solleticato al punto giusto la mia immaginazione. Credo che sia questione di periodi. Alle volte la mente è proattiva. Libera, creativa e ballerina. Pronta ad incamerare gli... Continue Reading →

Errare è umano. Perseverare lo è di più.

Siamo fatti per sbagliare. Nasciamo, cresciamo, conosciamo il mondo. E sbagliamo. Prima di morire, sbagliamo. Prima di nascere, sbagliamo lo stesso. Sbagliamo e sbagliamo, continuamente, errore su errore, caduta dopo caduta. Ci alziamo ma crolliamo di nuovo, vittime di una vita fatta di ostacoli perenni che l’uomo non ha la forza di aggirare. Così sbagliamo:... Continue Reading →

The sound of silence

Quando il silenzio non è un vuoto, ma è ricco di significato. Quando il silenzio non è imbarazzo, ma emozione. Quando il silenzio non è mancanza di argomenti, ma è ricco di mille cose da dire. Quando basta il contatto, tenersi per mano, scambiarsi un sorriso ed incrociare gli sguardi per capire tu, lì, in... Continue Reading →

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: