Serate diverse, serate romane – Grezzo Raw Chocolate.

Ultimamente sto passando molte giornate e serate diverse. Ma finché è diverso non è mai uguale e non sarà mai troppo, quindi va bene così.

Martedì sera ho assistito alla proiezione in anteprima del docufilm su Fabrizio De Andrè, Principe Libero, ma ve ne parlerò meglio nel prossimo post.
Prima del cinema, ho voluto provare un posticino che era nei miei desideri da un po’ e che mi era stato suggerito da alcune persone dei cui consigli gastronomici mi fido abbastanza.

Nel mio amato rione Monti, lungo la bella via Urbana, si trova Grezzo Raw Chocolate, pasticceria e cioccolateria crudista, vegana e 100% gluten free.
Chiariamo subito un punto: crudista non significa “non cotto” in assoluto; il prodotto può essere cotto purché sotto i 42 gradi, cosa che permette di mantenere intatte tutte le proprietà e le ricchezze nutritive dell’alimento, senza alterare il suo gusto, le sue consistenze ed i suoi sentori.

Quindi, sé alcune produzioni consistono solo nel combinare, unire e amalgamare ingredienti effettivamente crudi (frutta secca, cacao, spezie), altre risultano dal mantenimento e dall’assorbimento di temperature calde – pur sempre al di sotto dei 42 gradi – all’interno di forni particolari detti essiccatori. Alcuni cibi rimangono negli essiccatori per 72 ore e ricevono una temperatura costante che consente alle componenti dei cibi stessi di subire un lento processo di trasformazione e “cottura”, senza tuttavia farlo in maniera drastica con elevati sbalzi termici.

Nel nostro aperitivo uncoventional, seppur per me, amante dei dolci oltre ogni misura, del tutto consueto, abbiamo assaggiato tre varietà di biscotti (i crudotti), brownies, tartufini e praline di pistacchio (mai assaporato un cuore semiliquido di pistacchio così amaro, non so se dipendesse dal cioccolato fondente e solo minimamente addolcito con zucchero di cocco). Sulla scia della lotta allo Spritz, abbiamo anche ordinato due caffè che, devo dire, risultavano davvero buoni nonostante ci siano stati servito nei bicchierini di carta.

Cento punti a favore di Grezzo, poi, anche ed indubbiamente per la musica di sottofondo nel locale, dalle dimensioni ridotte ma accoglienti, peraltro non affollato e non rumoroso. Quando è partita Society di Eddie Vedder ho deciso di essermi ufficialmente innamorata di quel posto, un’oasi di vero piacere nel cuore di Roma.

Unica pecca, la mancanza dei servizi igienici, forse perché l’esercizio è assimilato ad una gelateria e non è tenuto a disporne per legge. Ma davvero di gelateria non si tratta, e nemmeno di un locale da take away, dove entrare, ordinare e andare via.
È così gradevole restare… e tornarci, senza dubbio, per provare quei gianduiotti e quei dolci al cucchiaio che mi hanno tanto tentata, ma ancora non posseduta.

Annunci

3 risposte a "Serate diverse, serate romane – Grezzo Raw Chocolate."

Add yours

  1. La conosco quella cioccolateria, una figlia vegana non poteva fare a meno di portarmici e hai ragione, è una vera chicca! Noi comunque prendemmo giusto un gelatino o due a portare via 😉

    Mi piace

Lascia Un Commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: