Il ritratto di un mostro

Il dolore fisico non mi scalfisce. Nemmeno il male più intenso più ferisce. Sputo veleno e ingoio sangue. Gli occhi in fiamme, una vipera in corpo. Mi sento uno schifo. Sono un essere mostruoso.

Diario di viaggio: Dublin

I viaggi di gruppo non sono mai stato il mio forte, sopratutto se il gruppo consta di ben quaranta persone. Ma così erano le regole e così ho giocato. D'altronde non avrei potuto fare altrimenti, né tantomeno pensare di ritirarmi perché si sarebbe trattato di rinunciare alla visita di Google in primis, ma anche di... Continue Reading →

È successo tutto in una notte nel silenzio di una camera di albergo al centro di Dublino

Pensa a cose belle, Very. Devi essere forte. Pensa a cose belle. Fosse facile. Mi ricordo quando me lo dicevi la sera, prima di spegnere la luce accanto al mio letto. Quando avevo paura dei ladri e delle loro incursioni notturne a casa nostra. Te lo ricordi? Quando aspettavo una tua carezza. Una parola di... Continue Reading →

Stream of nonsense.

Ricordati amore Che la vita è un raggio di sole E che la notte no, la notte no Non si muore mai Tutto questo non ha senso. Ogni cosa non ha senso. Me lo ripeto da due, tre giorni ormai. Sento dire qualcosa e trovo semplicemente che non abbia alcun senso. Vedo svolgersi una qualche... Continue Reading →

Libri in metro #52

È il 29 marzo, ma sembra quasi un giorno d'agosto, solo un po' più freddo. Le strade sono deserte, le macchine in circolazione dimezzate. Sul treno delle 8 da Fara Sabina a Fiumicino Aeroporto ci sono bizzeffe di posti a sedere. Ho l'imbarazzo della scelta, quindi ci penso un po' prima di decidere di salire... Continue Reading →

Crea un sito o un blog gratuito su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: