Al freddo, al gelo. Sempre e comunque.

Scrutatrice è tanto, tanto freddolosa.
Scrutatrice, tuttavia, non è sempre cosciente della sua condizione, tanto che spesso non si copre adeguatamente per far fronte alle intemperie. Forse non immagina quanto possano essere rigide le temperature questi giorni e soprattutto fa fatica ad accettare che il freddo sia ormai arrivato. In fondo siamo alla fine di novembre è anche piuttosto normale che si facciano sentire le prime avvisaglie della stagione invernale.
Se mai doveste imbattervi in Scrutatrice, la troverete sicuramente a camminare con passo svelto (un po’ per il freddo, un po’ per la fretta), tutta bardata nel suo giubbottone con le dita che escono appena fuori. Le mani interamente infilate all’interno dei guanti e lo sguardo in basso, atteggiamento funzionale al tentativo di proteggere una parte del viso dentro la sciarpa. Però solo bocca e naso vengono coperti, mentre il resto del volto (tempie, fronte, contorno occhi) rimane irrimediabilmente esposto al gelo. E Scrutatrice sa quanto può essere doloroso avvertire il freddo penetrare nella pelle come delle lame affilate. E conosce la sensazione di avere nelle schegge conficcate nella carne, appuntite e taglienti come solo il gelo sa essere.
Scrutatrice copre le orecchie con un cappello, ma guarda caso tutti i copricapo che possiede non sono sufficientemente lunghi per tenerle debitamente a riparo lobi e padiglioni auricolari.
Gambe e piedi sono le zone che soffrono di meno, perciò Scrutatrice evita di portare le calze sotto i pantaloni, anche perché queste sono molto poco pratiche in certe situazioni…
Scrutatrice già non sopporta più questo freddo arrivato da soli due giorni. Scrutatrice già non vede l’ora che questa morsa finisca e spera che il vero inverno, quello che deve ancora iniziare, sia più morbido di quanto non si sia rivelata questa settimana appena trascorsa.
Ma Scrutatrice sa che, in realtà, dovrà aspettare parecchio per vedere i suoi desideri realizzati. Un paio di mesi, forse tre, a seconda se il 2014 comincerà con il piede giusto. Intanto tira un sospiro di sollievo ogni volta che le previsioni annunciano “temperature in rialzo”, seppur leggero, ed esulta silenziosamente dentro di sé quando almeno il sole si mostra clemente e fa capolino tra la nebbia.
Scrutatrice è tanto, tanto freddolosa. Scrutatrice andrebbe volentieri in letargo durante l’inverno o, in alternativa, si rintanerebbe tutto il giorno sotto le coperte con una penna ed un taccuino in mano a scrivere, raccontare, disegnare universi.
Se mai vi capiterà di incontrare Scrutatrice lungo la vostra via la riconoscerete dalla sciarpa, il giubbotto, il cappello ed i guanti che rigorosamente indossa. E se doveste avere dubbi sulla sua identità, basterà sbirciare quello che sta facendo: digita concitatamente sulla tastiera del cellulare pur congelandosi le mani libere dai guanti? No, non sta inviando messaggi e non sta nemmeno chattando su WhatsApp (escludete anche immediatamente Facebook perché non ce l’ha). Sta scrivendo.
E né il freddo né il gelo potrà fermarla.

Annunci
Lascia un commento

45 commenti

  1. emptyin

     /  4 dicembre 2013

    Io odio il freddo,c’e’ invece chi ne e’ felice.Aspettando quel bel caldo e quella luce solare che sa di vita!!! byeee!!!

    Mi piace

    Rispondi
  2. laurazaccaro2013

     /  4 dicembre 2013

    Scrutatrice è tanto tanto simile a Laura!!!

    P.s. sono certa di conoscere già la risposta ma.. sei tu in foto? 🙂
    Laura

    Mi piace

    Rispondi
  3. sono certo sarebbe un gran bell’incontro 😉

    Mi piace

    Rispondi
  4. Ahahahaha mi era sembrato che avessimo temperature corporee diverse!!!
    Io invece sento sempre caldo, quando tutti i miei amici vogliono un tè caldo io prendo sempre un gelato. Però questa cosa mi frega, perchè anche se ho caldo il freddo mi entra dentro e infatti sono sempre raffreddata. Ma ad incappottarmi proprio non ci riesco.

    Mi piace

    Rispondi
  5. Povera scrutatrice….io che vengo dal nord, amo l freddo, naturalmente felice in ITALY, sia per il sole che per l cibo…giro solo in bici, come questa mattina che FORLì segnava 5 gradi alle 9.00.Il cielo azzurrissimo, aria che pizzicava il mio viso, mi son tolta i guanti perchè avevo caldo, sempre vestita “minimal”. Non credo che sia la mia natura anglosassone perchè ho amiche che come te soffrono il freddo.
    Mi alzo sempre alle 5.00, apro la finestra del terrazzo per “sniffare” l’aria fresca, il marito non condivide..lui italiano, io “non normale”.(dice lui). Non è perchè non sono più giovane, per non dire vecchia, sono sempre stata così.
    Dovrai iniziare a fare il conto alla rovescia, mancano pochi mesi alla primavera.coraggio. un abbraccio cara SCRUTATRICE.

    Mi piace

    Rispondi
    • Ci vuole coraggio, eh già, io davanti al freddo sono sconfitta in partenza.
      Comunque non è che io ami eccessivamente il caldo e dunque sudare. La primavera è, per me, la stagione ideale: temperature tiepide, belle giornate, il sole che inizia ad essere già caldo ma non troppo. E allora sì che girerei in bicicletta e sì che spalancherei le finestre ogni mattina. Però ora no, mi dispiace, ma non ci riesco. Lascio la finestra aperta giusto il tempo sufficiente per far cambiar aria alle stanze e poi via, subito di nuovo chiusa 🙂 Non so come riesca a fare tu: oggi sono uscita prima del solito (alle 7.30) e già mi sono congelata! Alle 5 morirei prima di mettere piede fuori casa.

      Mi piace

      Rispondi
      • “IT’S ALL IN THE MIND” devi creare pensieri positivi che ti sviano dal freddo. però quando è freddo mica così semplice..Anch’io amo la primavera, sono nata di maggio, sarà per quello?

        Mi piace

        Rispondi
        • Hai ragione, ritengo anche io che sia una “paura” più mentale che fisica ed infatti voglio cercare di vincerla. Meno ci pensi, meno soffri. Semplice in fondo. Mica così tanto però…. 😉

          P. S. Io sono nata ad aprile, quindi per me la primavera è sinonimo di “ri”nascita e vitalità!

          Mi piace

          Rispondi
  6. voglia di piumone al solo leggerti…

    Mi piace

    Rispondi
  7. Scrutatrice dovrebbe vivere al nord, ad esempio a Udine dove, per la prossima settimana, sono previste temperature sotto lo zero di notte e al mattino presto. 😦
    E poi ha anche il coraggio di mettere la neve che cade sul layout? 😯

    Mi piace

    Rispondi
    • Il bello è che per altri aspetti, non esattamente climatici, vorrei vivere al nord o comunque in paesi più freddi del nostro. Ma come fare se lo soffro così tanto? :S

      P. S. Neanche mi ero accorta della neve sul blog! Comunque quella mi piace, fa tanto Natale 😉

      Mi piace

      Rispondi
  8. Meravigliosa!!, ti adoro!!! 😛 😛 , un grande grosso bacio.
    Angela

    Mi piace

    Rispondi
  9. sabby

     /  4 dicembre 2013

    Anch’io..ti capisco!

    Mi piace

    Rispondi
  10. Anche il freddo ha il suo lato positivo. Ti permette di scrivere di lui. 😉

    Mi piace

    Rispondi

Lascia Un Commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: