Una lunga serie di sfortunati eventi.

Aaaaaaaaaaaaaaaaah!
Sospiro di sollievo.

La settimana appena trascorsa è stata veramente funesta. Si dice che la fortuna sia cieca, ma di certo la sfiga ci vede benissimo. Già, tant’è che ha deciso di prendermi di mira e colpirmi in pieno, guastandomi giornate intere e programmi da tempo ponderati. Non sto qui a raccontarvi per filo e per segno tutta la lunga serie di sfortunati eventi e disgraziati trascorsi che mi hanno vista protagonista, ma vi basti sapere che a mettere i bastoni tra le ruote a me ed ai miei cari sono stati, nell’ordine:

  • preoccupanti spie accese o, alternativamente, lampeggianti di ignota natura nel cruscotto della macchina appena entrati nell’abitacolo.
  • maltempo inaspettato lungo tortuose strade di montagna con impossibilità di fermarci per un picnic come avremo voluto ed imponente diluvio poco dopo aver messo il piede fuori di casa.
  • dolori intestinali con conseguente nausea ed annesso mal di testa scaccia sonno sebbene la mia stanchezza richiedesse parecchio riposo.
  • definitivo abbandono da parte della macchina sulla via del rientro dopo aver iniziato ad emettere rumori infernali e più assordanti di quelli di un trattore.
  • un presunto paio di gambe da ladro avvistato su un balcone del quinto piano e lasciato completamente libero di entrare nell’appartamento visto che la sua proprietaria ne è fuggita senza preoccuparsi di chiudere la porta alle sue spalle.
  • promettente serata lavorativa a Ravenna rivelatasi alla fine un flop totale (anche se il lato positivo è stato quello di avere avuto l’occasione di fare un giro turistico tra gli splendidi mosaici della cittadina)

Insomma, me ne sono capitate delle belle (o delle brutte, se vogliamo essere più precisi). Ora però, tornata a Roma e rientrata in possesso della mia “normalità” spero di poter dormire sogni tranquilli. Anche perché di un po’ di riposo ne ho propriodavveroveramentesulserio bisogno.

Annunci
Articolo successivo
Lascia un commento

8 commenti

  1. Cose che capitano, cara Veronica. E’ che quando capitano tutte assieme allora un po’ ci si incavola. Non è che a me cose vadano meglio, a causa di problemi di salute: occhi gonfi forse a causa di un’allergia non si sa a che cosa, un orecchio che fischia (da un anno e mezzo, ormai mi ci sono anche abituata) e l’altro che martella ogni volta che metto la testa sul cuscino, cure dentistiche a gogò e insonnia persistente (anche perché con il mal di denti, un orecchio che martella e gli occhi gonfi non è che sia facile rilassarsi). Sto seriamente pensando che gli allievi (pochissimi, tra l’altro) cui ho dato i debiti mi stiano mandando un po’ di accidenti … tutti assieme, almeno avrebbero potuto fare a turno. 😦

    Mi piace

    Rispondi
  2. Eh ma si vede che allora qualcuno ti pensa intensamente!!!
    Scherzi a parte, è vero, non ne viene mai una da sola, sempre tutte insieme. Adesso che è tutto passato, riposati 😉

    Mi piace

    Rispondi
    • Ma quel qualcuno deve avercela a morte con me se mi procura tutte queste disgrazie! Vorrei tanto uscire dai suoi pensieri… 😛
      Ora sì, assolutamente relax. Fortuna che le vacanze non sono ancora finite!

      Mi piace

      Rispondi
  3. Silvia

     /  26 agosto 2013

    Vedrai che riprenderai il solito ritmo….purtroppo gli inconvenienti capitano, buon inizio settimana! 🙂

    Mi piace

    Rispondi
  4. Si sa che gli eventi negativi quando cominciano sembrano non finire più,
    anche noi non siamo stati immuni dallo sguardo malevole della signora SFIGA , ma con un po di pazienza e tanta, tanta filosofia presto tutto torna alla normalità, goditi queste vacanze e sopratutto pensa positivo, un grandissimo bacio Veronica.
    Angela

    Mi piace

    Rispondi
    • Purtroppo quando ti trovi nel bel mezzo di questi spiacevoli eventi, c’è poco da essere filosofici, almeno per quel che mi riguarda: mi abbatto in men che non si dica e penso al peggio. Alla fine, poi, in qualche maniera, tutto si risolve, a volte nel bene, a volte nel male. Solo a problemi passati, però, riesco a pensare positivo e magari ridere sopra quello che ho trascorso.
      Un forte abbraccio, Angela.

      Scrutatrice

      Mi piace

      Rispondi

Lascia Un Commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: