Verrà un giorno in cui formiconi e zanzaroni giganti…si vendicheranno.

Che brutta morte!
L’altro giorno, mentre aspirapolveravo casa, ho notato una zanzara che mi svolazzava intorno. Cioè, ormai siamo ad ottobre e ancora girano queste zanzare! Vabbè, non io che io possa lamentarmi, visto che il mio sangue risulta loro poco gradito e pertanto trascorro l’estate senza che mi compaia una puntura sul corpo. Ciononostante, mentre questi perfidi insetti mi lasciano indenne perché poco attraente (secondo i loro canoni, beninteso! ;)), io non mi comporto certo nello stesso modo: non lascio loro in pace semplicemente perché hanno la sfortuna di essere animali che non sopporto.
E così… Uuuuuoooooh! Quella malcapitata zanzara che volava in basso….uuuuuoooh! Troppo in basso….uuuuoooh! È stata risucchiata dall’aspirapolvere.
Sono stata cattiva, lo so. E non dico che me ne sia pentita, però ci ho riflettuto.
Che brutta morte! Così improvvisa, così inaspettata! Come se noi umani attraversassimo la strada e…baaaaaam! Tutto a un tratto venissimo investiti. Morte altrettanto inaspettata, certo, ma di sicuro meno probabile e frequente dei decessi delle zanzare. E dico zanzare come potrei dire mosche (forse creature anche peggiori. Non pizzicano, è vero, ma per quanto mi riguarda non esiste nulla di più fastidioso) o formiche.
Ecco, le formiche. Non che io straveda per loro, sia chiaro, ma mi rendo conto di quanto siano animaletti sfortunati. Anni interi a sgobbare e un secondo soltanto per rimanere secche. Quante di loro – e quanto spesso – vengono schiacciate da milioni di piedi che camminano, corrono, saltano, avanzano di fretta ed incessantemente? Ogni giorno sono a rischio. Per non parlare di quando infestano le case… In quel caso massacro di massa. Un po’ come se il genere umano invadesse un territorio nemico e venisse fatto fuori da spray o polveri mortali distribuite da abnormi alieni. Il fatto è che noi non siamo alieni, ma abitiamo comunque sullo stesso pianeta e appariamo agli occhi di queste indifese bestioline come Gulliver deve essere apparso ai lillipuziani. C’è qualcosa che non va, dunque? La Terra non è abbastanza per tutti? Oppure prima o poi verremo anche noi sottomessi da giganti dello spazio che si befferanno delle nostre minute dimensioni? O magari un tale Darwin aveva già predetto queste morti in una certa teoria della supremazia del più forte?
Si, va bene, ma questo Darwin non aveva ragionato su quanto business si sarebbe fatto con la vendita di zampironi, candele alla citronella, spray anti zanzare, insetticidi, repellenti, racchette fulminanti qualsiasi cosa cosa rimanga impigliata nella loro rete, lampadine che friggono esseri volanti così come pezzetti di carta che per sbaglio vi cadono di mano e che magari contenevano un numero telefonico ottenuto dopo innumerabili sacrifici, polveri infernali che assomigliano a quella sostanza che si fuma, prodotti dall’odore insopportabile e nauseabondo ed addirittura insospettabili aspirapolveri…
Insomma, armi di distruzione di massa. È aberrante ciò, non trovate?
Okay, Veronica, hai superato il confine del buon senso, torna in te…
Certo che i sensi di colpa giocano proprio brutti scherzi.
E pensare che io detesto gli insetti.

Annunci
Lascia un commento

23 commenti

  1. dal titolo pensavo che fosse un post di satira politica…

    Mi piace

    Rispondi
  2. Io non è che non li sopporti… li temo proprio. Appena vedo un insetto mi sento male, mi blocco e non riesco a muovermi.

    Mi piace

    Rispondi
  3. Laura Zaccaro

     /  15 ottobre 2012

    Noooooooooooooo.. Veronicaaaaaaaaaaaaaaa :((( Gli insetti sono animaletti come tutti gli altri.. NON PUOI ucciderli!!! :((( (Ho trattato così anche il mio migliore amico quando ha ucciso una zanzara.. tutto normale.. sono un’ambientalista :))))

    Mi piace

    Rispondi
    • Lo so, lo so, me ne pento 😦 Ma che ci posso fare se non posso soffrire la loro sola vista? Poverini, ma purtroppo hanno lo sfortuna di non essere tra i miei animali preferiti (non che ne abbia molti, non sono nè ambientalista e nè animalista)…

      Mi piace

      Rispondi
  4. Sai che me lo sono chiesta pure io quando in ascensore sono salita in casa accompagnata da una zanzara!!ma come fanno ad essere ancora vive!! cavoli io ero più morta di lei.. morta dal freddo e bagnata dalla pioggia… lei svolazzata storidita ma più arzilla di me… e poi ha ben pensato di entrare in casa con me al calduccio 😀 (già oggi prima fiammata della caldaia *___* )
    Comunque pure io sono un esperta di “aspiraggio insetti” con la aspirapolvere 😛 vedi io ho una paura dei ragni.. mi blocco proprio…. e visto che causa giardino, in casa a volte entrano anche se non sono graditi piano piano sono riuscita a “vincere” un po’ questa paura con l’aspirapolvere perché non sempre c’è mamma o papà che mi salvano dalla bestia a 8 zampe.. e quindi appena ne avvisto uno anche microscopico corro a prenderla! 😀 Pensa te che una sera alle 11:40 ne ho visto uno in bagno… ho preso l’aspirapolvere ho attaccato anche la prolunga e l’ho azionata quei 10 secondi che mi bastavano per aspirarlo… il giorno dopo la vicina si è lamentata con me ( i miei erano via per qualche giorno) perché ho acceso l’elettrodomestico in un orario non consono… insomma io non sarei riuscita ad andare a dormire sapendo di avere un ragno in casa e non sono ancora in grado di ammazzarlo con altri mezzi non rumorosi… ma ci sto lavorando :mrgreen:

    Mi piace

    Rispondi
    • A mali estremi, estremi rimedi! Ed il ragno costituiva evidentemente un male estremo 😉
      Allora non sono l’unica che utilizza l’aspirapolvere come arma! Che sollievo (relativo, certo), temevo di passare per una psicopatica!
      Comunque i ragno li sopporto meglio degli insetti: non volano, stanno lì, buoni, sulla loro ragnatele e non fanno neanche rumore. Gli insetti mi danno molto più fastidio (nel caso delle mosche o delle zanzare) o arrivano addirittura a terrorizzarmi (nel caso di vespe, mosconi, coleotteri e simili).
      Giusto ieri ho visto un pipistrello in giardino (e il pipistrello è un insetto vero?) e ho cacciato un urlo allucinante. Mi sono vergognata, ma e stato più forte di me! :S
      Quindi ti capisco benissimo quando parli di un ragno in bagno e di non riuscire a dormire con il pensiero che potesse venir a farti visita a letto! Hai tutta la mia comprensione 🙂 L’aspirapolvere a mezzanotte è proprio un’idea alla Lely comunque! 😉

      Mi piace

      Rispondi
  5. karina890

     /  16 ottobre 2012

    Zanzare E mosche sono insopportabili, ma le formiche le ammiro; c’è stato un periodo che non riuscivo ad ucciderle tanto mi chiedevo quanto potesse essere brutale per loro uscire dalla tana per cercare da mangiare e non tornare più. Non è brutale per loro, ma pensarlo è stata la loro fortuna per un po’ :mrgreen: certe scorpacciate! Adesso dobbiamo attuare una strategia per eliminarle ma se ne parlerà per il prossimo anno…

    Mi piace

    Rispondi
    • È vero, le formiche sono da prendere come esempio in quanto gran lavoratrici! però quando le vedi girare per casa non pensi esattamente questo XD
      In bocca al lupo per la lotta allora! Non usate loro troppa violenza magari, in fondo, come anche tu hai sottolineato, sono più “sopportabili” delle colleghe zanzare. Per loro, purtroppo, il destino è amaramente segnato…

      Mi piace

      Rispondi
      • karina890

         /  16 ottobre 2012

        Soprattutto considerato che la notte per pungere non fanno neppure dormire… è_é difficile amare qualcuno che non ti lascia tranquillo nel letto e per il rumore e per il prurito…

        Mi piace

        Rispondi
  6. marco

     /  16 ottobre 2012

    Mai vista la saga del “Pianeta delle scimmie”? Attenzione a questi poveri animaletti, potrebbero ribellarsi al genere umano e prendere il potere!!!
    Meditate gente, meditate…..
    Marco

    Mi piace

    Rispondi
  7. Ciao Veronica, il tuo post mi ha fatto ritornare il sorriso, anche perché, mentre leggevo immaginavo già la scena,e ti vedevo saltellare qui e la per evitare il famigerato insetto.
    Sono perfettamente in accordo con te per mosche e zanzare,anche perché quest’ultime mi massacrano, perché esistono?, fastidiose, insulse, ed ecco la risposta, Cibo, già! cibo per quei meravigliosi animaletti come i pipistrelli, lucertole, rane, ecc.
    Le formiche? ummmm. fastidiose anche queste, ma da ammirare, una società incredibile, strutturatissime, ognuno il proprio compito e sopratutto va rispettata la gerarchia, a tal proposito ti consiglio (nei giorni in cui fa freddo e si sta volentieri a casa vicino al camino o sotto una bella copertina un libro di Bernard Werber il titolo è proprio Formiche, a volte noiosetto, ma interessante.
    Scusami per essermi dilungata cosi, non potevo però essere assolutamente più sintetica, un grande abbraccio ed un a buona serata a presto Angela.

    Mi piace

    Rispondi
    • Consiglio afferrato, grazie! Magari accrescerà la stima, che pure già ho, per questi animaletti così svegli 🙂
      Ma non ci sarà libro alcuno che mi farà cambiare opinione sugli insetti! E noto poi con piacere che in gran parte, qui, son d’accordo con me.
      Niente lungaggini figurati, io sono la prima che dovrebbe scusarsi. Anzi, mi ha fatto un enorme piacere leggere il tuo commento 🙂
      Ricambio il saluto e l’abbraccio e lo estendo a tutta la famiglia.
      A rileggerci,

      Veronica

      Mi piace

      Rispondi
  8. «L’altro giorno, mentre aspirapolveravo casa,»

    Ho due osservazioni da fare:
    1- il verbo aspirapolverare è semplicemente fantastico! 🙂
    2- anch’io uso l’aspirapolvere per gli insetti (formiche, ragni, zanzare – ma solo se sono sul soffitto – millepiedi … per le mosche no, sono troppo veloci 😦 ) peccato che non possa usarlo per le cimici della soia, insetti che detesto con tutta me stessa, del tutto inutili e non se li mangia nessuno, visto che spruzzano quel liquido nauseabondo.

    Onestamente, mi sono spesso chiesta perché mai il buon Dio abbia creato le zanzare e le cimici della soia. 🙄

    Mi piace

    Rispondi
  9. Tutto… ma le zanzare assolutamente no; le aspiropolvero volentieri anche io!
    🙂
    Un sorriso per la giornata.
    ^___^

    Mi piace

    Rispondi
  1. And another one gone, another one bites the dust… eh! | Into The Wild

Lascia Un Commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: