Something different?

Che popolazione variegata trasporta l’autobus!
Incredibile come un luogo tanto ristretto possa ospitare persone così diverse tra loro: studenti, pensionati, pendolari, donne in carriera, uomini sposati. E poi ci sono loro. Loro che non hanno dimora, che vivono per strada o al massino ammucchiati dentro un grande capannone. Loro che camminano trascinando i piedi, perchè sono troppo deboli per riuscire a sostenere il peso del loro corpo, loro che portano sulle spalle un enorme sacco di plastica ricolmo di non so cosa. Loro ai quali fai fatica a sederti vicino, loro che guardi con occhi diffidenti, loro che ti sembrano tanto diversi. Siamo o non siamo membri della stessa grande famiglia, l’umanità? Abbiamo o no due gambe, due braccia, due occhi, un naso ed una bocca? Dunque, cosa cambia? Il colore della pelle, forse? O la lingua che parlano? O ancora, il loro modo di vestirsi? Sì, probabilmente sì. Ma sono cose, queste, in grado di allontanarci, di osservarci l’un l’altro con disgusto e, talvolta, con un leggero timore?
L’unica cosa che può renderci distanti, l’unica e sola piccolezza che può farci sentire diversi, è la convinzione di essere migliori. Una convinzione assolutamente errata ed infondata.
Annunci
Articolo precedente
Lascia un commento

Lascia Un Commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: